Author Archive

Voce di donna

Voce di donna

“I Love You” – cappotto da donna e appendino   Questo lavoro nasce da una collaborazione tra me e Alberto. Le dinamiche attraverso le quali le opere d’arte hanno origine sono sempre articolate e non sempre è facile capire il momento preciso in cui un’idea appare, in che modo si sviluppa e cosa genera infine….

I Love You

I Love You

I Love You (2020) Cappotto da donna e appendino          

La verità è nella bellezza

La verità è nella bellezza

“In pulchritudine veritas” – Legno di tiglio (31 x 45,5 x 24,5 cm)   L’opera è costruita attorno a un vuoto e mette in modo naturale l’accento sulla mancanza e su ciò che può nascere dall’assenza. La scultura del legno è per sua natura “a levare”, è cioè attraverso l’asportazione del materiale che avviene la…

In pulchritudine veritas

In pulchritudine veritas

In pulchritudine veritas (2020) Legno di tiglio (31 x 45,5 x 24,5 cm)          

Natura morta

Natura morta

Natura morta (2019) Legno di acero, pietra, vetro e fili di nylon (60 x 43 x 30 cm)        

Senza titolo

Senza titolo

Senza titolo (2019) Legno di larice e mazza in ferro da 7 chili (82 x 19 x 13 cm)                

Senza titolo

Senza titolo

Senza titolo (2019) scultura in larice, radica di noce, acero, bois de rose, palissandro brasiliano e pero (36x27x31 cm) getta la scure maschera velata non e’ il ritorno che mi impressiona ma questo cammino infinito godere di qualcosa disperare di tutto e le infinite volte a chiudersi nei dubbi e poi usciti l’uscio si richiude da…

WIP 2 ovvero come aprire senza lacerare

WIP 2 ovvero come aprire senza lacerare

Il nuovo lavoro sta progredendo. Siamo ancora alla lavorazione di quella che sarà la base della nuova scultura, ma questa fase mi dà l’occasione di riflettere su un concetto molto importante: la sicurezza. La sicurezza dell’opera e anche quella dell’artista. Qui di seguito potete assistere all’operazione che darà origine alle due parti della scatola, il…

Work in progress – Unboxing the box

Work in progress – Unboxing the box

  Una scatola come emblema del contenuto, ma non solo. Un contenitore può anche essere vuoto, non per questo perde la sua funzione, anzi, a volte custodire quello che non c’è può essere anche più intenso e poetico che conservare quello che si ha. Un contenitore può anche nascondere cose sgradevoli continuando a mostrare unicamente…

Let it slip

Let it slip

Let it slip (2018) Scultura in legno di larice (185x15x12 cm)          

Work In Progress

Work In Progress

L’arte è inganno per definizione. Artefatto, artificio, artificiale, artificioso, in ciascuna di queste parole è implicita l’incompatibilità tra arte e verità. E infatti l’arte è per sua natura imitazione, imitazione fertile, imitazione gravida, ma pur sempre finzione. In realtà c’è un altro livello di menzogna racchiusa in ogni opera d’arte: in essa viene quasi sempre…

Out 2

Out 2

Out 2 (2018) Legno di larice e sacchetto di cellophane (22x35x20 cm)            

Out

Out

Out (2018) Legno di larice e sacchetto di cellophane (20x30x6 cm)          

Nel laboratorio

Nel laboratorio

L’artista al lavoro non va troppo disturbato, ma visto che siamo riusciti a realizzare qualche scatto di Alberto nel suo laboratorio, ne approfittiamo per raccontavi quello che succede quando lo scultore si mette all’opera. Il lavoro che è ora in fase di realizzazione è la prosecuzione dello studio iniziato con “Out”. A breve presenteremo quest’opera…

Beat it (or treat it?)

Beat it (or treat it?)

(English version below) In questo lavoro Alberto Festi, continuando a esplorare le possibilità che ha il legno di perdere e  prendere forma, affronta il complesso rapporto tra utilità e bellezza. Può un oggetto privato del suo scopo diventare proprio per questo più bello? In questo caso si tratta di un utensile, un arnese che nasce…

Beat it!

Beat it!

Beat it! (2018) legno di larice e testa di martello (30x13x3 cm)          

Escapologia

Escapologia

“Escape” – Legno di larice e tasti di computer (125 x 15 x 3,5 cm)   [English version below] La chiave di lettura per quest’opera incredibile ce la dà l’artista stesso, che la definisce una sorta di “poesia tridimensionale”, una forma poetica intermedia tra quella che si esprime attraverso la scultura e quella che usa…

LECTA MANENT

LECTA MANENT

Il gioco tra realtà e finzione è il cuore di questa nuova opera di Alberto Festi. Non la si vede subito la verità, quando ci si trova davanti a questa tastiera per computer. Essa è nascosta in una sequenza di lettere che in genere sono prive di senso, anche se il loro scopo è proprio…

Persona

Persona

“Persona” – legno di acero (60 x 30 x 10 cm) – Scultura di Alberto Festi   Persona. Mi piace il titolo che l’artista ha scelto per quest’opera. Persona, dal latino: per, attraverso e sonare, risuonare. Persona era infatti la maschera indossata nell’antichità dagli attori, che oltre a coprirne il volto e ad esagerarne i tratti funzionava…

Cheek2Cheek2

Cheek2Cheek2

“Cheek2Cheek2” – legno di larice, filo di cotone, acciaio e ottone (53 x 13 cm – diametro della base) – Scultura di Alberto Festi   Quest’opera è molto di più di una scultura. Il piedistallo che la sorregge e che la fa girare attorno al proprio asse per renderla godibile da tutte le prospettive è…

Go Top