Crashes

La serie dei “Crash” (2012) costituisce una riflessione sul tempo, sul cambiamento di stato e sulla persistenza dell’azione.

Qui il momento viene fissato negli effetti più devastanti di un’azione violenta, a sottolineare quanto questi possano continuare nel tempo ben oltre la sua attualità visibile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *